jump to navigation

Cos’è il Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue luglio 18, 2010

Posted by Ciao Italia in Cursos de língua Italiana, cursos de língua Italiana para extrangeiros, italialainen, Italian conversation course, Italian kurssi, Italian language schools, Italienisch in Rom studieren, Italienisch Sprachschule, learn Italian in Rome, sprachstipendium für schüler, Study abroad.
Tags: , ,
trackback

Ricordiamo ai nostri studenti, e agli insegnanti che operano all’estero, che Ciao Italia – Centro di Lingua e Cultura Italiana, è in linea con le indicazioni del Quadro Comune Europeo del Consiglio D’Europa che suddivide la competenza linguistico-comunicativa in sei livelli comuni di riferimento:

A1 (o livello di contatto), A2 (o livello di sopravvivenza), B1 (o livello soglia), B2 (o livello di  progresso), C1 (o livello dell’efficacia) e il livello C2 (o di padronanza).

I descrittori delle scale di valutazione sono di tipo pragmatico, cioè  definiscono che cosa un apprendente deve saper fare con la lingua, intesa come strumento concreto e dinamico volto a compiere azioni in un contesto di interazione comunicativa.

Di seguito inseriamo i descrittori sviluppati dal Quadro Comune Europeo di riferimento:

Scala globale

Livello

avanzato

C2 È in grado di comprendere senza sforzo praticamente tutto ciò che ascolta o legge. Sa riassumere informazioni tratte da diverse fonti, orali e scritte, ristrutturando in un testo coerente le argomentazioni e le parti informative. Si esprime spontaneamente, in modo molto scorrevole e preciso e rende distintamente sottili sfumature di significato anche in situazioni piuttosto complesse.
C1 È in grado di comprendere un’ampia gamma di testi complessi e piuttosto lunghi e ne sa ricavare anche il significato implicito. Si esprime in modo scorrevole e spontaneo, senza un eccessivo sforzo per cercare le parole. Usa la lingua in modo flessibile ed efficace per scopi sociali, accademici  e  professionali. Sa produrre testi chiari, ben strutturati e articolati su  argomenti complessi, mostrando di saper controllare le strutture discorsive,i connettivi e i meccanismi di coesione.
Livello

intermedio

B2 È in grado di comprendere le idee fondamentali di testi complessi su argomenti sia concreti sia astratti, comprese le discussioni tecniche nel proprio settore di specializzazione. È in grado di interagire con relativa scioltezza e spontaneità, tanto che l’interazione con un parlante nativo si sviluppa senza  eccessiva fatica e tensione. Sa produrre testi chiari e articolati su un’ampia gamma di argomenti e esprimere un’opinione su un argomento di attualità, esponendo i pro e i contro delle diverse opzioni.
B1 È in grado di comprendere i punti essenziali di messaggi chiari in lingua  standard su argomenti familiari che affronta normalmente al lavoro, a scuola, nel tempo libero ecc. Se la cava in molte situazioni che si possono presentare viaggiando in una regione dove si parla la lingua in questione. Sa produrre testi semplici e coerenti su argomenti che gli siano familiari o siano di suo interesse.  È in grado di descrivere esperienze e avvenimenti, sogni,speranze, ambizioni, di esporre brevemente ragioni e dare spiegazioni su opinioni e progetti.
Livello elementare A2 Riesce a comprendere frasi isolate ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad es. informazioni di base sulla persona e sulla famiglia, acquisti,geografia locale, lavoro). Riesce a comunicare in attività semplici e di routine che richiedono solo uno scambio di informazioni semplice e diretto su argomenti familiari e abituali. Riesce a descrivere in termini semplici  aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati.
A1 Riesce a comprendere e utilizzare espressioni familiari di uso quotidiano e formule molto comuni per soddisfare bisogni di tipo concreto. Sa presentare se stesso/a e altri ed è in grado di porre domande su dati personali e rispondere a domande analoghe (il luogo dove abita, le persone che conosce, le cose che possiede). È in grado di interagire in modo semplice purché l’interlocutore parli lentamente e chiaramente e sia disposto a collaborare.

Le abilità che vengono considerate nel Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, e che nella nostra Scuola di Italiano per Stranieri aiutiamo a sviluppare,  sono: la comprensione, sia d’ ascolto che di lettura, il parlato, suddiviso in interazione e produzione orale e lo scritto, inteso come produzione scritta.

Importante è la possibilità di autovalutarsi e di essere così al centro del proprio progresso linguistico, per cui accanto alla scala globale è stato stilato un test di autovalutazione (come espressione della moderna impostazione glottodidattica che vede nel discente il centro del processo di apprendimento).

Clicca qui per vedere la scheda completa per l’autovalutazione

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...