jump to navigation

LA CUCINA ITALIANA PER GLI STRANIERI: 1°parte (febbraio) febbraio 24, 2014

Posted by Ciao Italia in cucina italiana per stranieri.
Tags: ,
trackback

Image

Il web è già pieno di ricette e di informazioni sui prodotti utilizzati nella nostra cucina, per questo abbiamo deciso di inaugurare una rubrica mensile che approfondisca le ragioni della cucina italica per dare agli affezionati di questo blog un qualcosa di più.

cucina espressa

La cucina italiana è fondamentalmente una cucina cosiddetta espressa, immediata. Espressa: è in questa parola si raccoglie la sua storia. Dunque. Ricordiamo subito che la nostra è una cucina microterritoriale. Le migliaia di variazioni del nostro clima temperato dovute all’intrecciarsi di mari, laghi, fiumi, montagne, colline e pianure su diverse latitudini, fanno sì che le cucine siano ampiamente diversificate sul territorio. Tantissime cucine. E quindi la cucina italiana e la più variegata del mondo. Bene, direte, ma cosa c’entra questo con il concetto di cucina espressa? Chi studia l’Italia e l’Italiano sa che noi siamo la terra dei mille campanili. Ogni comune, paese grande o piccolo, rivendica con orgoglio la propria identità e diversità. E la cucina, soprattutto, è all’origine di queste numerosissime, per un territorio così piccolo come l’Italia, differenze territoriali. Ed allora cosa fa da sempre l’oste, il ristoratore italiano? Si piega e subisce l’omologazione o rivendica la propria diversità? Crea un’industria agroalimentare o lavora in proprio e secondo la disponibilità stagionale quei prodotti che sono eccellenti e originali ma la cui produzione è bassa perché legata e confinata in un microterritorio e non può quindi diventare  industriale? Inoltre il nostro oste nemmeno ha il problema di dover conservare i prodotti del territorio perché ogni stagione gliene regalerà di nuovi e squisiti. Quindi la nostra è una cucina espressa: non solo mangiamo soprattutto prodotti stagionali ma li cuciniamo freschi al momento, ed il loro profumo passa dalla terra alla cucina immediatamente. (detto tra noi sono questi i motivi  per cui l’Italia tanto combatte in Europa contro l’omologazione dei prodotti, la loro iperindustrializzazione e come ultima maledizione contro gli o.g.m.)

Alla prossima!

Annunci

Commenti»

1. Francesca Maria - febbraio 24, 2014

Bravissima! Io cucino ma non so niente della storia del cibo italiano. Complimenti! Imparerò da te. Quella foto di Alberto Sordì è un’icona della storia dei film italiani. Io e mia figlia abbiamo guardato Unn Americano a Roma almeno 10 volte, se non più.

Ciao Italia - febbraio 26, 2014

Grazie Francesca! Continua a seguirci, a presto approfondiremo l’argomento del cibo e anche del vino. Alberto Sordi rimane per tutti un simbolo di un nostro essere italiani!
Simona


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...