jump to navigation

Mare italiano, vacanze per stranieri (2° parte) aprile 18, 2014

Posted by Ciao Italia in vacanze in Italia.
Tags: , , ,
trackback

Image

Cari amici stranieri, state per prenotare le vacanze al mare in Italia ma siete ancora indecisi. Valutate in quale profilo di turista vi riconoscete e poi scegliete. Ricordate che ogni tratto di costa italiana è completamente diverso dalle altre. Due tratti alla volta ogni settimana, in esclusiva dal blog della scuola Ciao Italia.

Aci Trezza, Acireale. Da Siracusa a Pachino
Il turista straniero che sceglie questo itinerario è un turista che ama miti e leggende. E allora può essere un turista preparato e sapiente ma anche semplicemente colto. Si semplicemente colto perché cultura significa suggestione, curiosità e rispetto verso il passato del nostro e degli altri popoli. Così, per tutti quelli che credono sempre e comunque all’importanza delle origini per capire gli abitanti del mondo, questo è un itinerario giusto, imperdibile. Scogli bianchi, faraglioni, spiagge dorate accarezzati da un mare che sa di antico raccontato dai poeti del passato. Profumi di una vegetazione mediterranea inviolata e fuori dal tempo con angoli di bellezza marina per il turista di qualsiasi provenienza che oltre al sapore del relax vuole sentire anche quello del passato. Ritrovare e ravvivare i suoi sogni più cari e riportarli a casa, tra la sua gente, per rincuorare tutti.

vito1

Da Erice a San Vito Lo Capo.
Il politicamente corretto vorrebbe che si proponessero itinerari da fare sia da soli che in compagnia. Questa volta mi sbilancio e dico che questo va fatto in compagnia. Una coppia, due amici, due amiche, un padre e un figlio…. Una compagnia particolare però: due persone che sanno apprezzare il silenzio delle ore poco affollate e quello del proprio compagno di viaggio. Questo è il profilo ideale di chi una notte deciderà di guardare il mare dall’alto della città di Erice e la successiva di guardare il cielo stellato e la città stessa disteso sulla spiaggia. E poi al mattino presto incamminarsi verso la riserva naturale dello Zingaro per bagnarsi nelle sue calette accoglienti, ognuna con un colore e con rumori d’onde diversi. In silenzio.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...