jump to navigation

Advanced italian lessons – evoluzione della lingua italiana – italiano del’500 novembre 9, 2014

Posted by Ciao Italia in ADVANCED ITALIAN.
Tags: , ,
trackback

images.jpg ee

“Il galateo overo de’ costumi” venne scritto da Giovanni Della Casa nel ’500. L’obiettivo era quello di insegnare le buone maniere. Ho trasformato il brano in un italiano odierno sia per farvi riflettere sull’evoluzione della nostra lingua sia per far conoscere a voi studenti stranieri questo scritto che insieme ad altre tante opere ci spiega perché la nostra lingua e cultura sia sempre stata apprezzata nel mondo per la sua ricerca di una comunicazione di qualità.

 

…colui che ama di essere amichevole e dolce nel conversare non dee aver così presto il: – Non fu così – e lo: – Anzi sta come vi dico io –, né il metter sù de’ pegni, anzi si dee sforzare di essere arrendevole alle openioni degli altri d’intorno a quelle cose che poco rilevano. Percioché la vittoria in sì fatti casi torna in danno, conciosiaché vincendo la frivola quistione si perde assai spesso il caro amico e diviensi tedioso alle persone, sì che non osano di usare con esso noi, per non essere ognora con esso noi alla schermaglia; e chiamanci per soprannome M(esser) Vinciguerra, o Ser Contraponi, o Ser Tuttesalle, e talora il Dottor Sottile. E se pure alcuna volta aviene che altri disputi invitato dalla compagnia, si vuol fare per dolce modo e non si vuol essere sì ingordo della dolcezza del vincere che l’uomo se la trangugi, ma conviene lasciarne a ciascuno la parte sua; e, torto o ragione che l’uomo abbia, si dee consentire al parere de’ più o de’ più importuni e loro lasciare il campo, sì che altri e non tu sia quegli che si dibatta e che sudi e trafeli. Ché sono sconci modi e sconvenevoli ad uomini costumati, sì che se ne acquista odio e malavoglienza…

 

…chi desidera essere amichevole e dolce nel conversare non deve subito dire “Non è così” o “E’ come dico io”. Né accumulare delle vittorie, anzi deve sforzarsi di lasciar correre sulle opinioni altrui di poca rilevanza. Uscire vincitori in questi casi alla fine ci si ritorce contro poiché trionfando in questioni frivole spesso si perde un amico caro e si diventa noiosi a chi ascolta: alla fine preferiscono non parlare con noi per evitare delle schermaglie; e finiscono per darci dei soprannomi: M(esser) Vinciguerra, o Ser Contraponi, o Ser Tuttesalle, e talora il Dottor Sottile. E se invece accade ad altri invitatati di disputare, permettiamo a ciascuno di assaporare la dolcezza della vittoria; e, torto o ragione che si abbia, lasciamo il campo al parere di tutti, compresi i meno educati. Saranno altri e non tu a scontrarsi, sudare e stancarsi.    Agli uomini ben educati questo modo di dialogare appare volgare e sconveniente, e ci procura il loro odio e malevolenza.

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...