jump to navigation

La magica parola “mica” gennaio 24, 2018

Posted by Ciao Italia in Grammatica italiana.
Tags: ,
trackback

Che significa la “magica” parola mica?
L’origine della parola è latina “mica panis” che in latino vuol dire “ briciola di pane”
Le briciole sono le parti piccolissime del pane che si trovano sul tavolo dopo aver mangiato.
“ Non ho mangiato neanche una briciola di pane” equivale a non ho mangiato pane per niente.
Nell ’italiano parlato l’avverbio “mica” ha infatti  la funzione di negazione, un classico esempio è:
Ho capito! – Non sono mica scemo! o semplicemente  – Mica sono scemo!
L’avverbio “mica” rafforza la negazione e si usa nella lingua parlata per rendere il concetto negativo più forte e colorito
Nell’italiano scritto e formale  mica non è praticamente presente

Vediamo quali sono gli usi più frequenti di questa bellissima e magica parolina italiana tanto difficile da tradurre.

1) Rafforza la negazione: Non sto mica male oppure  – Mica sto male.  Significa: –  Io non sto male
NB.  Mica segue il verbo se nella frase è presente una negazione:  – Paolo non viene mica
precede il verbo se la negazione è assente: – Mica viene Paolo

2) Serve  per esprimere un giudizio positivo. – Mica male questo ristorante! Voglio dire che questo ristorante mi piace, non è male.

3) Si usa per  esprimere un dubbio: –  Sei molto pallido, mica starai male? Significa: – Non è che per caso stai male

 

Annunci

Commenti»

No comments yet — be the first.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...