jump to navigation

Breve storia del gelato dicembre 2, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

Cari Amici e care amiche del blog di Ciao Italia,
qual è il vostro gusto di gelato preferito? Conoscete la storia e le origini di questa delizia per il palato?

Non è facile attribuire una “paternità” al gelato. Alcuni la fanno risalire addirittura alla Bibbia: Isacco, offrendo ad Abramo latte di capra misto a neve, avrebbe inventato il primo “mangia e bevi” della storia. Altri, invece, la affidano agli antichi Romani che si distinsero ben presto grazie alle loro “nivatae potiones”, veri e propri dessert freddi.

Bisogna però aspettare il Cinquecento per assistere al trionfo di questo alimento. In particolare, è Firenze a rivendicare l’invenzione del gelato ‘moderno’, che per primo utilizza il latte, la panna e le uova. Golosa innovazione che si deve all’architetto Bernardo Buontalenti. Altro grande epigono del gelato fu anche un gentiluomo palermitano, Francesco Procopio dei Coltelli che, trasferitosi a Parigi alla corte del Re Sole, aprì il primo caffè-gelateria della storia, il tuttora famosissimo caffè Procope.

Ma la storia moderna di questo goloso alimento comincia ufficialmente quando l’italiano Filippo Lenzi, alla fine del XVIII secolo, aprì la prima gelateria in terra americana. Il gelato si diffuse a tal punto da stimolare una nuova invenzione: la sorbettiera a manovella, brevettata nel XIX secolo da William Le Young.

Il primo gelato industriale su stecco, il Mottarello al fiordilatte nasce in Italia nel 1948. Subito dopo, negli anni 50, arriva il primo cono con cialda industriale il mitico Cornetto. Gli anni 70 e la diffusione del frezeer domestico battezzano invece il primo secchiello formato famiglia, il Barattolino. Fino ad arrivare al primo biscotto famoso diventato un gelato di successo, il bicolore Ringo.

(Istituto italiano del gelato)

Annunci

Gli italianismi nel mondo novembre 25, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

Gli Italiani utilizzano spesso vocaboli francesi o inglesi in determinati contesti o come consuetudine derivante dal passato, pochi sanno tuttavia che sono moltissimi gli italianismi, parole italiane passate in altre lingue, disseminati nel mondo. Tanti di origine culinaria o provenienti dalla musica classica e lirica, altri provengono dal mondo del cinema e dalla cultura tradizionale diffusasi all’estero.

Sebbene sia difficile stilare una classifica di quelli più famosi poiché le lingue mutano continuamente, in Europa si trovano al primo posto pizza, cappuccino, spaghetti ed espresso, in seconda posizione mozzarella e tiramisù e al terzo posto allegro e bravo (provenienti dal contesto musicale).

Fra le parole italiane più utilizzate relative al mondo del cinema, Fellini rese famosa la dolce vita, presente in 16 lingue, e i paparazzi, in 23, mentre con Sergio Leone divennero popolari gli spaghetti western o western spaghetti.

Al calcio italiano e in particolare alla vittoria dell’Italia ai mondiali di Spagna del 1982 si devono libero, in 18 lingue nel mondo, tifoso in 17 e azzurri in 8.

Vi sono inoltre termini italiani entrati a far parte di un’altra lingua ma con un significato differente dall’originale, ad esempio pepperoni nei paesi anglosassoni non identifica un tipo di ortaggio ma una salsiccia molto saporita e piccante.

 

(Asils “Gli italianismi nel mondo)

novembre 18, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

Cari amici care amiche del blog di Ciao Italia sapevate che una delle nostre  bevande nazionali  più famose nel mondo, il cappuccino, non ha origini italiane?
Le origini di questa italica delizia sarebbero infatti  austriache

Una delle  leggende è  legata a Vienna e ai Turchi che dopo aver rinunciato all’assedio della città si  lasciarono alle spalle grandi sacchi di caffè.
I soldati bollirono il caffè ma  la bevanda risultò essere troppo amara e venne addolcita con latte e miele e chiamata “kapuziner” in ono re dei frati Cappuccini che a Vienna erano un’istituzione
Fra queste truppe c’era un soldato,  Franciszek Jerzy Kulczycki, primo ad aprire una caffetteria a Vienna “ Il fiasco blu”

Un’ altra variante della leggenda  lega il termine cappuccino a Marco da Aviano,  frate dell’ordine dei Cappuccini.
Nel 1683,  nella Vienna assediata dai Turchi  Marco da Aviano era stato mandato dal Papa a convincere le grandi nazioni europee a formare una coalizione per sconfiggerli.
La leggenda dice che il religioso sia entrato in un caffè ma non riuscendo a bere quella bevanda così forte e amara la addolcì con del latte
E nacque così il  cappuccino

Una certezza l’abbiamo all’inizio il cappuccino veniva fatto con la panna e solo nell’ottocento con il latte che prima veniva usato sopprattutto per la preparazione del formaggio.
La vera e propria diffusione del cappuccino come lo beviamo oggi, tuttavia iniziò solo nei primi anni del Novecento quando un italiano, Luigi Brezzera, inventò la prima macchina espresso per il cappuccino.

 

Le polizie italiane novembre 11, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

I Carabinieri  (l’Arma dei Carabinieri ) dipendono  dal Ministero della Difesa e sono una delle forze di polizia italiane
L’Arma dei Carabinieri  nasce nel luglio del 1814 quando Vittorio Emanuele I di Savoia istituisce  il Corpo dei Carabinieri Reali con compiti di polizia.
E’ stato da sempre considerato un corpo d’élite
Dopo l’unità d’Italia 1861 diventano  “Arma” del Regio Esercito
Dal 2000 il corpo dei Carabinieri è aperto anche alle donne
I Carabinieri operano su tutto il territorio nazionale e sono sia un corpo di pubblica sicurezza che una forza militare

La Polizia di Stato dipende dal Ministero dell’Interno
Si occupa della sicurezza di tutto il territorio italiano e vigila sul mantenimento dell’ordine pubblico
La sede della polizia di Stato si chiama Questura

La Polizia Municipale dipende dall’amministrazione comunale di ogni singola città
Si occupa soprattutto di sicurezza stradale

Notte bianca a Villa Medici ottobre 21, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

Notte Bianca – VILLA PAZZA

Giovedì 25 Ottobre dalle 20,30 parte la terza edizione della notte bianca a Villa Medici
Il curatore franco-italiano Théo-Mario Coppola presenta un progetto inedito sul concetto di comunità affettive, proponendo il progetto VILLA PAZZA: una celebrazione collettiva che riunisce i borsisti in un percorso originale. Le arti visive e la letteratura saranno protagoniste della scena. Il programma prevede un itinerario e alcuni eventi a scandire la serata. Creando uno scambio tra i vari borsisti, questa Notte Bianca sarà l’occasione per esplorare la potenza del dialogo tra discipline diverse, sondare i legami che legano la cultura francese alla cultura italiana, privilegiando sempre la sperimentazione artistica

Accademia di Francia a Roma – Villa Medici
viale Trinità dei Monti, 1 – 00187 Roma
T +39 06 67611

Roma Europa Festival 2018 settembre 29, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment


Between worlds

Artisti da ventiquattro paesi di quattro continenti che superano i confini tra le diverse discipline artistiche. Figure di riferimento della creazione artistica internazionale e, nel contempo, oltre la metà di compagnie invitate che saranno per la prima volta al Ref, di cui una parte consistente di giovanissimi e scoperte.
Rimandi tra l’ipertecnologia e la centralità della fragilità umana. Ricerca radicale nelle estetiche e pratiche amatoriali…

La trentatreesima edizione del Roma Europa Festival si tiene dal 19 settembre al 25 novembre 2018, in 27 diversi luoghi che ospiteranno 68 progetti per 168 repliche, oltre a mostre, installazioni, convegni e percorsi di formazione; circa 55.000 posti di spettacolo in vendita, 38 prime nazionali e 29 programmi internazionali, 10 coproduzioni, per un totale di 311 artisti coinvolti.
Il REf18 si articola nei tre percorsi STORIE, VISIONI e SUONI, e nelle sezioni DIGITALIVE,  ANNI LUCE, DANCING DAYS,

 

Biglietteria 0645553050
Lunedì 14/17
Martedì-Venerdì 10/13  14/17

Scappiamo da Roma? settembre 10, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

Cari amici e care amiche del blog di Ciao Italia
siete a Roma da molto tempo  e avete già visto tutti i musei e tutti i monumenti della città eterna e avete voglia di uscire dal traffico caotico e dalla folla di turisti che animano le piazze e le strade della Capitale?
Vi suggeriamo tre piccoli centri non troppo lontano da Roma e facilmente raggiungibili  con autobus regionali o treno.

Andiamo a:

 

Orvieto in Umbria una delle città più antiche di Italia, deve le sue origini alla civiltà etrusca: i primi insediamenti risalgono al IX° secolo a.C. e si localizzarono all’interno delle grotte tufacee ricavate nel massiccio su cui sorge attualmente la cittadina umbra.
Passeggiate per le stradine di questo piccolo gioiello dell’Italia centrale ma non perdete  il Pozzo di San Patrizio e il maestoso Duomo.

 

Tarquinia nell’alto Lazio è  simbolo dell’arte etrusca per eccellenza e cittadina medioevale di grande fascino. Con i suoi preziosi monumenti e musei, un suggestivo centro storico ed importanti siti archeologici riconosciuti patrimonio mondiale dall’Unesco, questa splendida città dalle origini etrusche, è un vero e proprio concentrato d’arte!

 

Tivoli la  più vicina a Roma
Famosa in tutto il mondo per le sue tre ville
Villa Adriana, Villa D’Este e Villa Gregoriana
Diverse profondamente tra loro ma profondamente affascinanti

La Roma dei Re. Il racconto dell’archeologia agosto 5, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

Una mostra indimenticabile per chi ama la storia romana  ai Musei Capitolini dal  27-07-2018 al  27-01-2019

“La Roma dei Re. Il racconto dell’Archeologia.”

Quello che sappiamo oggi della Roma dei re è molto di più quanto sapevamo 50 o 20 anni fa. Finalmente una mostra eccezionale che mette a disposizione di tutti le scoperte archeologiche e le nuove teorie storiche che negli ultimi anni hanno fatto grandissimi studiosi.
La Roma dei Re è un periodo storico molto affascinante e questa mostra ci aiuta a comprendere anche quello che siamo oggi poiché racconta lo sviluppo di una città che più di ogni altra avrebbe segnato la storia del mondo.
Questa mostra coincide anche con un periodo di sconti eccezionali che la scuola Ciao Italia mette a disposizione degli studenti dei propri corsi di italiano.

Bologna la dotta, Milano la possente…. luglio 29, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO, geografia italiana.
Tags: ,
add a comment

Cari amici e amiche del nostro blog quali sono gli appellativi più usati per indicare alcune delle più grandi città italiane?

Torino “La valorosa” – perché è stata la culla del Risorgimento e  ha  sostenuto il maggiore sforzo bellico per l’unità d’Italia ma anche la “magica” perché la città è famosa per la magia bianca

 Genova “La superba” – bellissima e ricchissima. E’ stata per  800 anni la più importante e grande città marittima d’Europa

Bologna in latino Felsina  “La dotta” – per la sua antica università,  è per eccellenza la città universitaria d’Italia (1088 ma anche “La grassa”per l’ottima cucina dai tortellini al parmigiano…

Venezia incantevole “La Serenissima” – la città lagunare, la porta d’Oriente, mito del Buongoverno chiamata anche per la sua posizione geografica e la sua grande storia “La Regina dell’Adriatico,”

Milano ”La  possente”  – per via della nascente industria e della finanza in sviluppo che ne farà la capitale economica.
“Città meneghina”. Questo soprannome si deve alla maschera di Meneghino personaggio/maschera della Commedia dell’Arte più popolare della città

Firenze “La gentile” – la culla della lingua e delle arte, fondatrice della lingua e delle arti, principale centro della cultura in Italia dal Trecento al Settecento

Roma meravigliosa ed eterna – ha una storia di più di 2000 anni, è stata una delle città più importanti della storia antica, a Roma sono rappresentate tutte le epoche storiche-artistiche. È eterna perché eterna è la sua bellezza. Chiamata anche “Caput mundi ovvero centro/capitale del mondo
Esiste anche il detto “Tutte le strade portano a Roma” perché le arterie principali dell’Impero Romano effettivamente arrivavano a Roma stessa.

Napoli è la città più ricca al mondo di chiese, conventi ed edifici di costruiti nel corso di 17 secoli. E grazie a questa particolarità  nel XVIII secolo al capoluogo campano venne attribuito  l’appellativo di “

L’otium latino, il sabato ebreo, il weekend inglese luglio 22, 2018

Posted by Ciao Italia in CURIOSITA' PER STRANIERI CHE STUDIANO L'ITALIANO.
Tags: ,
add a comment

L’otium latino, il sabato ebreo, il weekend inglese